Come usare le mascherine

(Per la protezione contro il Coronavirus o altre malattie che si contraggono per via respiratoria)

Le mascherine protettive sono di diverso tipo e destinate ad usi diversi

Mascherina chirurgica

L’uso della mascherina chirurgica è obbligatorio negli ambienti chiusi dove sono presenti altre persone, come le sale d’attesa degli studi medici, negozi, uffici, o comunque quando si sta a distanza ravvicinata da altre persone. Le mascherine chirurgiche non proteggono tanto chi le indossa, ma principalmente le persone con cui si viene a contatto; è però evidente che, se tutti le indossano, tutti sono protetti.

Mascherina ffp2
senza filtro

Le mascherine con filtro (ffp2 o ffp3) proteggono chi le indossa, ma non le persone con cui si viene a contatto, perché l’aria espirata esce dal filtro. Non debbono perciò essere indossate da chi viene in contatto con altre persone in ambienti chiusi. Sono riservate ai medici o alle persone che assistono malati positivi al Covid-19, per la propria protezione. Quelle ffp2 o ffp3 senza filtro proteggono sia chi le indossa che gli altri, ma sono scomode per l’aderenza al viso e sono raccomandate solo al personale sanitario o a chi assiste malati di Covid-19.

Tutte le mascherine sono monouso e si possono indossare solo per qualche ora al giorno (massimo 6-7 ore, ma meno se si inumidiscono con il respiro), poi vanno gettate (nei rifiuti indifferenziati) e sostituite, perché perdono di efficacia. Le mascherine in cotone, garza, autoprodotte o “lavabili” non sono di efficacia accertata. Si possono usare (meglio di niente) solo se non è assolutamente possibile procurarsi mascherine chirurgiche.

E’ ovviamente essenziale saper come usarle, e soprattutto come toglierle dopo averle usate, perché la superficie esterna può essere contaminata dal Covid-19 e non avrebbe senso cercare di proteggersi per poi contaminarsi toccandole.

Come mettere le mascherina chirurgica

  • controllare che sia integra e non abbia strappi o fori
  • la superficie bianca va a contatto col viso, quella colorata all’esterno
  • se ha i lacci, legare prima i superiori in alto e poi quelli inferiori dietro la nuca, in modo che aderisca al viso coprendo naso, bocca e mento
  • se ha gli elastici, portarli dietro le orecchie
  • stringere la parte rigida sul naso per maggiore aderenza
  • non toccare più la superficie esterna, dopo essere stati a contatto con altre persone. Se viene toccata, lavarsi al più presto le mani o igiennizzarle con soluzione disinfettante

Come rimuoverla

  • lavarsi le mani (eventualmente dopo aver tolto i guanti)
  • prendere la mascherina per i lacci o gli elastici e sfilarla senza toccare la superficie e senza che la superficie tocchi il viso
  • gettarla nei rifiuti indifferenziati, meglio se prima in un sacchetto di plastica
  • lavarsi nuovamente le mani ed eventualmente anche il viso con acqua e sapone

Si veda questo documento sull’uso corretto delle mascherine chirurgiche.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie tecnici per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente; non utilizza cookie traccianti, pubblicitari o di terze parti. Una disposizione europea obbliga a comunicarlo, sotto pena di pesantissime sanzioni. Perciò sono costretto: continuando a navigare questo sito, o cliccando su "Accetta", permetti l'utilizzo di cookies. Se vuoi saperne di più, cerca "cookies" con Google (o il motore di ricerca che preferisci), ma il consiglio è di lasciar perdere: ci sono cose più interessanti.

Chiudi