Come ottenere il massimo da una visita

In media una visita medica ordinaria prende attorno a 10-20 minuti. Il tempo è tiranno e il medico deve assicurarne abbastanza a tutti.

Preparati

Preparati una lista delle domande che desideri fare o dei problemi che vuoi discutere.

Indossa vestiti facili da togliere se pensi che sia necessaria una visita.

Se prendi farmaci, integratori o altri prodotti (di erboristeria o farmacia) non prescritti dal medico, portati un elenco con i nomi scritti esattamente, oppure le scatole con i foglietti interni.

Puoi farti accompagnare da chi vuoi.

Durante la visita

Per favore: SPEGNI IL TELEFONO CELLULARE.

Sentiti libero di fare domande. Il medico c’è apposta per risolvere i tuoi dubbi e darti le informazioni che desideri. In qualche caso il medico può avere bisogno di documentarsi prima di rispondere: abbi pazienza, ma sarebbe strano se non fosse così.

Se non capisci bene qualcosa che il medico ti dice, chiedigli di spiegartelo meglio. Se non sei sicuro di ricordare qualcosa (ad esempio come prendere dei farmaci, quando e per quanto tempo) chiedi che ti faccia un appunto scritto.

Ricorda che puoi chiedere spiegazioni anche al farmacista, che è esperto di farmaci e capace di consigliarti.

Se hai un dubbio, un timore, o un problema che ti preoccupa particolarmente o che trovi imbarazzante, parlane subito chiaramente e non tirarlo fuori all’ultimo momento. Per il medico si tratta molto probabilmente di cose che è abituato ad affrontare spesso.

Se riferisci al medico i tuoi disturbi, dubbi, preoccupazioni, forse ti potrà aiutare e comunque farà del suo meglio. Se vai per chiedere farmaci, analisi o esami che vuoi fare, rischi di essere solo accontentato.

Se il tuo medico è sempre d’accordo con le tue richieste, i casi sono due: o sei un medico anche tu, o lui non sta facendo bene il suo lavoro.

Un problema (o almeno non troppi) alla volta

  • Se hai molte questioni da sottoporre al medico cerca di stabilire una scala di importanza. E’ utile che il medico le conosca tutte subito (perché qualcosa che ti sembra meno importante potrebbe invece esserlo), ma poi è meglio affrontare un problema alla volta, piuttosto che tanti in poco tempo: puoi sempre prendere un altro appuntamento.

Sii puntuale sugli appuntamenti…

  • Arriva in tempo. Anche se è probabile che ci sia da aspettare un po’, non è detto. Avverti tempestivamente se non puoi rispettare l’appuntamento, in modo che possa essere dato ad un altro paziente. Per cancellare un appuntamento, telefona alla segretaria nell’orario di apertura dello studio.

… ma abbi pazienza in caso di ritardo

  • Gli appuntamenti sono per noi molto onerosi da gestire, ma l’impegno è dovuto per rispetto dei pazienti e per limitare le attese, che, senza appuntamenti, potrebbero essere anche di ore. Tuttavia, occasionalmente, una (o più…) visite si possono prolungare, dipende dalle necessità dei pazienti, e il ritardo si accumula perchè non si può “compensare” dedicando meno tempo agli altri. Come si può intuire, ciò capita più facilmente nelle fasce orarie oltre la metà pomeriggio.

Un appuntamento per ogni persona

  • Prendi appuntamenti separati (anche uno di seguito all’altro) per ciascuna persona che deve essere visitata, in modo che ci sia il tempo necessario per ciascuno.

Bambini e ragazzi sotto a 14 anni

  • Bambini e ragazzi sotto a 14 anni debbono essere accompagnati da un famigliare. Tuttavia se desiderano assolutamente un colloquio privato da soli con il medico, hanno diritto alla riservatezza (se opportuno, il medico chiederà la presenza della segretaria o di un collega dello studio nel corso della visita).

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie tecnici per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente; non utilizza cookie traccianti, pubblicitari o di terze parti. Una disposizione europea obbliga a comunicarlo, sotto pena di pesantissime sanzioni. Perciò sono costretto: continuando a navigare questo sito, o cliccando su "Accetta", permetti l'utilizzo di cookies. Se vuoi saperne di più, cerca "cookies" con Google (o il motore di ricerca che preferisci), ma il consiglio è di lasciar perdere: ci sono cose più interessanti.

Chiudi